Negli ultimi tempi l’interesse verso i purificatori d’aria si è fatto sempre più impellente, complice l’arrivo inatteso del coronavirus, che ci ha  costretto ed adottare tutte le misure necessarie per rendere l’aria e l’mabiente he ci circondano ancora più puliti.

Ma sono davvero efficaci i sanificatori d’aria per combattere i virus in genere e nello specifico il COVID-19? Per scoprirlo dobbiamo capire bene come funzionano questi dispositivi, e cosa sono in gradi di fare per rendere l’ambiente casalingo più salubre.

Sicuramente sono ottimi per purificare l’ambiente da germi, batteri, pollini, allergeni e molti altri organismi e micro-organismi che ogni giorno infestano le nostre abitazioni, rendendone l’aria pesante e spesso dannosa. Ma la loro efficacia contro particolari virus non è altrettanto comprovata.

Classifica dei migliori modelli

Capito a cosa bisogna prestare attenzione quando si deve acquistare un depuratore d’aria, non resta che vedere cosa il mercato attuale mette a disposizione. Premesso che la tecnologia ha fatto passi da gigante per migliorare la vita di tutti i giorni, immettendo modelli sempre più sofisticati, risulta chiaro che la scelta diventa molto complicata e poco semplice.

Ecco perché abbiamo pensato di semplificarvi il lavoro e scegliere per voi i modelli di purificatori d’aria migliori in circolazione al momento, creando una classifica che va dal più costoso al più economico.

Tra i migliori in circolazione attualmente ci sono:

1. ARGO Pury – Prezzo abbordabile

ARGO Pury

Il sanificatore d’aria prodotto da Argo rientra nella fascia economica di prodotti di questa tipologia. Nonostante ciò svolge bene il lavoro per cui è stato progettato, soddisfacendo a pieno le esigenze di tutti coloro che soffrono di allergie, ma anche di coloro che desiderano un ambiente più sano e pulito.

La forma è quella di un lungo cilindro, alto 63 centimetri ma dalle dimensioni tutto sommato compatte, per un peso totale di 4kg. Una maniglia, posta sulla sommità, aiuta nelle operazioni di spostamento del macchinario, facilintando quindi i movimenti da una stanza all’altra.
Il design risulta quindi molto semplice ed essenziale, ed è costituito da una scotta in plastica bianca, con un pannello dei comandi posto nella parte superiore del dispositivo.

Il purificatore ARGO è stato progettato per rendere l’aria di casa più respirabile, eliminando quindi polvere, batteri, polline, allergeni e cattivi odori. Per svolgere al meglio questi compiti è stato dotato tre filtri, che lavorando insieme ottimizzano le operazioni necessarie.

Vi in prima istanza un pre-filtro, il cui principale scopo è quello di attirare la polvere e i peli di animale, quindi le particelle più grandi presenti nell’aria. Subito dopo vi è il filtro HEPA, il migliore in circolazione e presente pressoché su qualsiasi depuratore, e serve ad assorbire i micro organismi le cui dimensioni non superano i 0,3 micron.

Infine vi è il filtro ai carboni attivi, le cui caratteristiche lo rendono ideale per assorbire ed eliminare i cattivi odori, e i composti organici volatili presenti nell’aria, oltre ai gas nocivi.

Attraverso il diplay a led si possono impostare le varie funzioni, scegliendo tra l’avvio automatico, che permette al dispositivo di adattarsi autonomamente alle condizioni dell’ambiente, grazie anche al sensore integrato che ne monitora la qualità dell’aria, grazie anche alla luce che assume tre colorazioni differenti a seconda dei casi. Oppure si può regolare la velocità della ventola, selezionando uno dei tre livelli disponibili.

Vi è poi in aggiunta uno ionizzatore, che carica le particelle nell’aria di elettricità statica e le fa attaccare alle superfici con cui vengono a contatto. Questo permette quindi di pulire in maniera più efficace mobili e ripiani.

Tra le altre funzionalità vi è poi il timer, che può essere impostato su intervalli di tempo di 1, 2, 4 o 8 ore, e anche sullo spegnimento automatico.

Il sanificatore d’aria Argo sviluppa un rumore di 60 dB quando utilizzato alla massima potenza, ma tale valore può abbassarsi drasticamente quando viene selezionata la funzione sleep, che attenua anche la luce.

Tale funzione si rivela particolarmente utile durante le ore notturne, in cui abbiamo la necessità che il dispositivo rimanga in funzione, ma allo stesso tempo vogliamo che ci sia più silenzio possibile.

Per quanto riguarda invece la manutenzione, c’è da dire che a parte il costo dei filtri, tutto sommato non ci sono spese aggiuntive. La sostituzione può essere fatta ogni tre o sei mesi, in base anche al tempo e al tipo di utilizzo che se ne deve fare.

L’ARGO Pure si rivela quindi essere un buon prodotto, senza troppe pretese che svolge bene il suo lavoro, eliminando le impurità nell’aria abbastanza efficacemente. Per quanto riguarda invece il discorso coronavirus, si rivela del tutto inefficace, per i motivi elencati qualche paragrafo più giù. Il prezzo è abbastanza basso e abbordabile.

PRO CONTRO
Compatto e leggero Non particolarmente silenzioso
Dotato di tre filtri per migliorare la qualità dell’aria Potenza piuttosto bassa
Tre livelli di velocità
Sensore della qualità dell’aria
Buon rapporto qualità-prezzo

DYSON Pure Hot + Cool Link

Il Dyson Pure Hot è un purificatore d’aria dal design innovativo e dalle prestazioni eccezionali. Oltre alla qualità costruttiva eccezionale, questo apparecchio offre moltissimo in termini di prestazioni e funzionalità.

Già il nome infatti fa capire di cosa è in grado.
Pure = Purifica
Hot = Riscalda
Cool = Rinfresca
Link = può essere comandato tramite un’apposita app da scaricare sul proprio smartphone Android o Apple.

L’estetica del sanificatore è piuttosto innovativa, i materiali con cui è costruito sono interamente in plastica ma in ogni caso molto resistente. Sul corpo principale è presente solamente il tasto On/Off e per attivare tutte le funzioni è necessario utilizzare l’apposito telecomando, oppure l’app dedicata.

Il telecomando è dotato di un magnete e può quindi essere riposto comodamente sopra l’apparecchio. Attraverso di esso è quindi possibile controllare le varie funzionalità quali, la velocità di aspirazione, il riscaldamento, regolare i gradi, avviare la modalità auto, la modalità notte, ecc.

Inoltre si può regolare anche il flusso, che può essere diretto oppure ampia, permettendo quindi al corpo centrale del purificatore di ruotare fino a 120°.

Con l’applicazione invece si possono gestire ancora più funzionalità. Oltre a quelle già elencate infatti si possono visualizzare i grafici inerenti alla qualità dell’aria, controllare lo stato del purificatore, tenere sott’occhio i livelli di umidità presenti all’interno delle stanze, e la temperatura dell’aria.

Quando non si è in casa si può comandare anche l’accenzione programmata, inserendo l’orario che più fa comodo.
Tra le tante funzionalità di cui gode questo apparecchio c’è quella della modalità AUTO. Questa entra in funzione quando il sanificatore d’aria rileva che la qualità dell’aria circostante non è delle migliori.

Il modello in questione non è però dotato di ionizzatore, caratteristica che lo avrebbe reso ancora più potente e prestante.
Altra nota positiva è la funzionalità Notte, che rende silenzioso l’apparecchio e non emette nessun tipo di rumore.

Il filtro in dotazione è un HEPA, che però per come è realizzato e per la manutenzione che se ne deve fare ha dei costi proibitivi. Basti pensare che un filtro per questo modello costa all’incirca 60€ e che se deve essere cambiato ogni sei mesi diventa una spesa eccessiva.

Bisogna però fare una piccola nota dolente per quanto riguarda la funzionalità riscaldamento. Il Dyson riscalda bene ambienti chiusi piuttosto ristretti, mantendo in consumi sempre nella norma, mentre risulta inappropriato per superfici oltre i 60 mq, dove deve dare il massimo alzando nettamente la potenza e quindi i consumi.

Considerando che questa funzionalità non lo rende tanto diverso da una stufetta elettrica, si può dire che in ogni caso il suo lavoro lo svolge.

È certamente un prodotto notevole, che permette di avere più cose in un unico oggetto, ma non privo di difetti. Il primo dei quali è il prezzo, decidamente troppo alto, e in secondo luogo i comandi, che purtroppo non sono presenti sul corpo stesso ma solo sul telecomando o tramite app. In assenza di questi elementi è impossibile utilizzarlo.

PRO CONTRO
Design accattivante e moderno Prezzo esorbitante
Dotato di filtro HEPA Il riscaldamento non è dei migliori
Possibilità di comandarlo in remoto Assenza di comandi sul corpo centrale
Dotato della modalità AUTO Manutenzione piuttosto costosa (va eseguita ogni sei mesi e il filtro HEPA in dotazione costa circa 60 euro)
Telecomando per azionare le funzioni principali Consumi eccessivi se usato per riscaldare gli ambienti per lunghi periodi
Wifi e app dedicate Non può essere comandato in assenza di wifi, telecomando o app dedicata

3. DAIKIN MC70L – Molto silenzioso

DAIKIN MC70L

Daikin è un leader nel settore dei dispositivi di areazione, già famosa per i suoi condizionatori, si è posta anche nel mercato dei purificatori come una delle migliori marche, con prodotti sempre sopra la norma.
Quello proposto da Daikin è un dispositivo piuttosto compatto, con dimensioni di 40,3 x 24,1 x 57,6 cm, pensato per potersi adattare perfettamente ad ambienti piuttosto ristretti. Il peso complessivo è di 8,3kg, certamente non il più leggero in commercio, e neanche il più facile da spostare.

È un sanificatore d’aria che funziona a corrente, difatti è dotato di un cavo elettrico lungo due metri, e grazie alle sue dimensioni contenuto può essere riposto comodamente anche su di una scrivania.

Ha un potenza di 63 Watt, sufficienti ad erogare un quantitativo d’aria pulita di 420 metri cubi all’ora. In termini poveri è in grado di servire una stanza con una superficie massima di 46 mq, il che lo rende particolarmente adatto non solo per le stanze di casa ma anche per gli uffici, la dove siano presenti degli open space o degli spazi comuni piuttosto ampi.

Una nota piuttosto positiva riguardo a questo dispositivo è la sua rumorosità, che nonostante un motore tanto potente, in modalità Silent sviluppa solamente 16 dB, praticamente impercettibile e utile soprattutto durante le ore notturne.

Il Daikin è inoltre equipaggiato con quattro differenti tipologie di filtro, che funzionano in combinazione, questo ne aumenta l’efficacia. Abbiamo infatti il filtro in polipropilene che ha il compito di rimuovere germi e peli di animale, questi una volta catturati vengono caricati di elettricità statica dallo ionizzatore al plasma, e successivamente catturati dal filtro elettrostatico.

Gli altri due filtri, quello fotocatalico pieghettato in apatite di titanio e il filtro flash streamer hanno invece il compito di eliminare definitivamente i batteri.

Altra nota interessante di questo dispositivo è la durata dei filtri, piuttosto lunga. Infatti questi vanno cambiati massimo una volta ogni due anni, e considerando che nella confezione ne vengono forniti 5 di ricambio, non ci si deve preoccupare di acquistarne di nuovi per un bel po’.

Tra le funzionalità di cui è dotato, questo sanificatore comprende il purificatore e lo ionizzatore. Inoltre la tecnologia flash strem permette di eliminare in maniera efficace tutti i batteri e gli allergeni presenti in una stanza in tempi molto brevi.

Data la potenza sviluppata, il purificatore è stato dotato anche di un ventilatore inverter che ha lo scopo di diminuirne i consumi, e può funzionare anche in modalità automatica percependo e adattandosi al tipo di aria che viene percepita nella stanza.

Rispetto a molti modelli della stessa categoria, il Daikin ha un prezzo leggermente superiore alla media, ma è giustificato dalle funzionalità di livello superiore che offre.

Inoltre tutti i consumatori che hanno utilizzato questo modello hanno riscontrato degli effettivi benefici nella respirazione, rilevando come l’aria presente all’interno di una stanza fosse più leggera e respirabile.

PRO CONTRO
Dotato di quattro filtri Peso non indifferente
Purificatore e ionizzatore Prezzo superiore alla norma
Estremamente silenzioso
Filtri lavabili

4. LEVOIT LV-PUR131 – Molto compatto

LEVOIT LV-PUR131

È tra i primi modelli smart ad essere messi in circolazione. Levoit è una ditta californiana ed è tra le prime ad aver adottato questa tecnologia nei suoi sanificatori d’aria, inserendo un dispositivo WiFi per poterlo collegare alla rete domestica e poter così controllare le varie funzioni.

Non è predisposto per una sua app dedicata, mentre funziona benissimo con un software di terze parti chiamato VeSync, che ne gestisce tutti gli aspetti smart. Questa è un’applicazione sviluppata per funzionare con diversi dispositivi, e anche con questo purificatore d’aria non sembra ci siano problemi.

Il design di questo purificatore è piuttosto semplice e minimale, la forma è quella squadrata con angoli arrotondati, tipica dei modelli di questa casa produttrice. La finitura è bianca e sulla parte superiore è presente il pannello nero con i comandi principali, che presenta un magnete per le impronte digitali, e le aperture da cui esce l’aria filtrata.

Nel pannello frontale è presente solamente il logo, inoltre è stato previsto anche un incavo che consente di poterlo trasportare con maggior facilità da una parte all’altra della casa.
Attraverso il quadro di comando è possibile gestire tutte le funzionalità principali, basterà accenderlo e tenere premuto il pulsante On per configurare il dispositivo ed associarlo all’apposito smartphone, su cui verrà installata l’applicazione.

Tra le varie funzionalità inoltre c’è quella per accendere o spegnere il display, la Modalità Sleep che permette al sanificatore d’aria di funzionare anche di notte emettendo solamente lievissimi rumori, la modalità AUTO, che si aziona quando il dispositivo rileva che la qualità dell’aria non è ottimale. Vi è poi il Timer, che serve a programmarne l’accenzione agli orari che più ci fanno comodo, ed infine la funzionalità Speed, con la quale si imposta la velocità di aspirazione della ventola (Basso, Medio, Alto).

La funzione AUTO è davvero ottima, in quanto non solo rileva la qualità dell’aria, ma mantiene in funzione il dispositivo nel caso ci sia bisogno di purificare l’ambiente circostante, oppure di sospenderne l’attività se il livello dell’aria dovesse invece essere buono. Una luce a LED indicherà se l’aria è buona (BLU) oppure no (ROSSA).
Per quanto riguarda i filtri invece, il LEVOIT ne utilizza ben tre. Vi un pre-filtro HEPA, che ha lo scopo di catturare peli e particelle di polvere grandi, seguito dal filtro True-HEPA, che può intrappolare organismi e particelle non più grandi di 0,3 micron, e un filtro ai carboni attivi per assorbire cattivi odori e gas nocivi per la salute.

Per quanto riguarda la manutenzione è consigliabile cambiare i filtri ogni 5 o 7 mesi, e mantenere costantemente pulito il pre-filtro, rimuovendo perli e polvere almeno una volta al mese.

Una spia luminosa inoltre avvertià quando sarà il momento di sostituire i filtri.
Il LEVOIT LV PUR131 ha una potenza di 40W, ed è in grado di restituire fino a 230metri cubi di aria pulita all’ora, questo significa che svolge bene il suo lavoro in ambienti con una superficie massima di 30mq. Ottimo quindi per le stanze della propria casa o per il soggiorno.

Come accennato prima il purificatore può essere collegato all’app VeSync con cui è possibile monitorare e gestire tutti gli aspetti di questo macchinario, pianificando e controllando lo stato del dispositivo nel tempo.
Levoit si rivela il prodotto ideale per chi cerca alte prestazioni, e vuole avere sempre il controllo delle apparecchiature presenti in casa, ma anche per gli amanti delle innovazioni tecnologiche.

PRO CONTRO
Design semplice ed elegante Non sono stati riscontrati particolari aspetti negativi che potessero inficiare l’efficienza di questo purificatore d’aria
Compatto
Abbastanza potente da servire una stanza di 30 metri quadri
Possibilità di utilizzare l’app per il controllo a distanza
Comandi manuali
Tre tipologie di filtri
Ottimo rapporto qualità-prezzo

5. ELECTROLUX EAP450 – Consumi ridotti

ELECTROLUX EAP450

Electrolux propone un purificatore d’aria dallo stile minimale, e dalle dimensioni contenute, 65 x 48 x 28,5 cm sono infatti le misure di questo purificatore. Lo stile minimal con cui è stato concepito bene si adatta ad ambienti dal sapore contemporaneo, inoltre il colore nero gli dona una certa eleganza e sobrietà.

Il peso totale dell’apparecchio è di 8,5 kg, certamente non leggero e difficile da spostare da una stanza all’altra. Quindi al momento dell’acquisto è bene prendere in considerazione questo aspetto e pensare esattamente dove deve essere posizionato.

Per quanto riguarda le prestazioni si può dire che sono piuttosto buone, in quanto consentono di aspirare l’aria in una stanza con superficie di massimo 103 metri quatri. Ottimo quindi per arieggiare uffici o magazzini con discrete dimensioni.

Nonostante la potenza i consumi dell’apparecchio risultano anche molto ridotti. L’Electrolux Oxygen è dotato di tre filtri, quello per le allergie, il filtro ai carboni attivi e il filtro antibatterico.

Sia quest’ultimo che il primo possono essere lavati e riutilizzati più volte, un vantaggio questo che permette di risparmiare molto sull’acquisto e sulla manutenzione.

Tra le funzionalità c’è poi il sistema Pure Source a cinque stadi, un sistema di filtraggio che può essere azionato tramite l’apposito display a LED.

Vi è poi un rilevatore di fumo e cattivi odori, che in combinazione con il filtro ai carboni attivi riesce a segnalare e catturare le sostanze nocive presenti nell’ambiente, evitando quindi anche la formazione di muffe e batteri.

Tra le caratteristiche più interessanti del prodotto, oltre al sistema PlasmaWare, in grado di eliminare polvere, batteri, polline, peli di animale, vapori chimici, virus ed altri elementi nocivi alla salute dell’uomo, vi sono due sensori.

Uno per monitorare la qualità dell’aria, e l’altro per la luce. Il primo serve per regolare il dispositivo in maniera automatica in base all’aria che circola nell’ambiente, il secondo invece regola la velocità della ventola di aspirazione in modo da passare in modalità silenziosa durante le ore notturne, e lavora consentendo in ogni caso un sonno tranquillo ed indisturbato.

Essendo un prodotto di fascia alta anche il prezzo non è da meno, non è infatti il purificatore d’aria più economico che si possa trovare, ma data la qualità che offre non ci si potrebbe aspettare diversamente.

I consumatori che lo hanno utilizzato si sono espressi in maniera molto positiva, riscontrando già molto benefici dopo diverse ore di utilizzo.

PRO CONTRO
Dimensioni compatte Peso non proprio contenuto
Tre filtri differenti Il prezzo non è certamente dei più economici
Sistema Pure Source a cinque stadi
Filtri lavabili e riutilizzabili

6. PHILIPS AC3256 – Prestazioni di tutto rispetto

PHILIPS AC3256

Tra i migliori sanificatori d’aria di fascia alta che si possono trovare al momento certamente non possiamo non annoverare il Philips AC3256, un prodotto dalle prestazioni eccezionali e realizzato secondo specifiche di alta qualità.

La prima cosa che salta all’occhio sono le sue dimensioni. Difatti questo purificatore non è il classico dispositivo compatto e piccolo che può essere poggiato sulla scrivania, ma un macchinario dalle dimensioni di 36,3 x 25,1 x 69 cm che pesa più di 8kg, la cui forma in ogni caso è stata pensata per occupare il minor spazio possibile.

Le prestazioni sono di livello superiore, e si avvicinano a quelle dei purificatori professionali. Difatti è equipaggiato con tre tipi di filtro differente, proprio per consentire il massimo delle performance, oltre all’innovativa tecnologia Philips VitaShield IPS, concepita per monitorare le condizioni dell’aria nella stanza.

I tipi di filtri utilizzati sono tre, sia ha innanzitutto un pre-filtro, seguito subito dopo da un filtro HEPA, la cui efficacia è aumentata da un filtro nanoprotect che ne aumenta lo spessore, rendendolo in grado di bloccare particelle piccole fino a 0,2 micron e quindi in grado di arrestare il 99,97% dei batteri e allergene, oltre a svariati virus in circolazione. L’ultimo filtro è quello ai carboni attivi, che serve ad eliminare i cattivi odori e i gas nocivi presenti nell’aria come la formaldeide e il tolueno.

La tecnologia di cui si avvale questo purificatore d’aria è totalmente naturale, infatti non vengono emessi ioni o ozono o altre sostante che potrebbero risultare dannose.

La potenza di questo purificatore d’aria è di 60 Watt, i quali sono in grado di erogare aria pulita per un superficie totale di 95 mq. Ideale quindi per uffici e grandi magazzini.

Il dispositivo è dotato di diverse funzioni, alcune delle quali adatte a ridurre la quantità di allergeni presenti nell’aria. Inoltre si possono impostare diverse velocità che vanno da silenzioso a turbo, per permettere al dispositivo di adattaresi meglio alle varie condizioni ambientali. La funzinalità silenziosa è particolarmente indicata per le ore notturne, e raggiunge un livello di udibilità di 33 dB.

Funzionalità molto utile è quella del controllo della qualità dell’aria nell’ambiente, monitorabile tramite le quattro luci a led che ne identificano la qualità.

La manutenzione del purificatore è piuttosto semplice, infatti ogni tre o sei mesi vanno cambiati i filtri, in base ovviamente al tipo di utilizzo che se ne deve fare.

Il prezzo del Philips AC3256 non è dei più economici, trattandosi infatti di un prodotto di fascia alta con caratteristiche piuttosto elevate non poteva essere altrimenti. Considerando inoltre che è in grado di purificare l’aria in un ambiente di 95 mq non ci si può lamentare.

PRO CONTRO
Tre tipologie di filtro Costo elevato
Molte funzionalità Peso non indifferente
Poco rumoroso
Manutenzione piuttosto facile

7. BEURER LR 330 – Sanifica e deumidifica

BEURER LR 330

Il sanificatore d’aria BEURER LR 330 è un’apparecchio dalla doppia funzione. Infatti non solo purifica l’aria dagli agenti novici per la salute, come polvere, batteri e catti vi odori, ma svolge anche la funzione di umidificatore.

Questa sua seconda funzione si rivela particolarmente utile d’inverno quando, a causa dei riscaldamenti accesi, l’aria diventa più secca, e si ha necessità quindi di smorzarla immettendo un po’ di umidità.

Il design di questo umidificatore è molto semplice ed elegante, squadrato ma dagli angoli smussati. È in grado di servire una stanza con una superficie non superiore ai 35 mq.

Anche il suo funzionamento è semplice, l’aria infatti viene aspirata tramite il ventilatore posto nella parte laterale, passa per i filtri che intrattengono le particelle e i microorganismi nocivi, poi viene trasferita al gruppo dischi, che ha il compito di intrappolare l’umidità e riversarla poi nella vaschetta ripulita dal calcare. Infine, l’aria così depurata dalle sostanze nocive, e arricchita d’acqua, viene reimmessa nell’ambiente.

Il dispositivo è predisposto per l’uso combinato di tre filtri. Si ha infatti un pre-filtro che ha lo scopo di bloccare le particelle più grosse, i peli di animale e altro. Segue poi il filtro HEPA per la cattura delle particelle più piccole, ed infine il filtro ai carboni attivi, che come sappiamo ha l’utile funzione di eliminare i cattivi odori, e catturare le sostanze nocive presenti nell’ambiente.

Tra le funzionalità previste per questo purificatore si ha la regolazione della velocità, che può essere impostata su tre diversi livelli, l’indicatore di umidità, l’arresto automatico, il timer per regolare l’orario in cui metterlo in funzione, e la regolazione automatica dell’umidità. Questa ha lo scopo di reimmettere umidità nell’ambiente quando viene rilevata una bassa percentuale presente nell’ambiente.

Vi è poi all’interno una vaschetta per la raccolta dell’umidità, che va svuotata periodicamente, e anche un indicatore che segnala quando è il momento di cambiare il filtro.

È uno strumento utile per chi deve purificare ambienti non troppo grandi, e desidera un’apparecchio senza troppe pretese e ad un prezzo adeguato.

PRO CONTRO
Leggero e compatto I filtri sono un po’ piccoli
Dotato di tre filtri combinati L’umidità rilevata risulta essere leggermente sfasata
Umidificatore
Buona manutenzione
Dotato di vaschetta per la raccolta dell’umidità
Rapporto qualità-prezzo ottimo

8. DELONGHI AC 75 – Compatto e potente

DELONGHI AC 75

DeLonghi mette in campo il suo AC 75, un modello di depuratore d’aria piuttosto compatto e altrettanto potente, in grado di mantenere l’aria pulita in spazi piuttosto ampi.

Le sue dimensioni sono infatti di 13,8 x 40,5 x 43 cm, per un peso totale di 3,85kg, piuttosto leggero che lo rendono trasportabile da una stanza all’altra della casa.
La potenza di questo depuratore d’aria è di 35 kW, in grado di erogare fino a 140 metri cubi all’ora di aria pulita.

La parte più interessante di questo sanificatore d’aria sono certamente i sui filtri. Infatti il modello in questione ne utilizza addirittura tre. Il primo è un pre-filtro HEPA lavabile, questo significa che può essere riutilizzato più volte, evitando così di doverlo acquistare di continuo, abbattendo quindi molti costi di manutenzione dell’apparecchio.

Vi è poi il filtro per catturare anche le particelle più piccole, e oltre a questo, per aumentarne l’efficacia, vi è anche un filtro ai carboni attivi.

Quest’ultimo è particolarmente efficace per assorbire i cattivi odori, catturando le sostanze nocive emesse dai gas e da altre sostanze presenti nell’aria.

Per quanto riguarda invece le funzioni che questo purificatore d’aria possiede ve ne sono sostanzialmente di due tipi, una per purificare l’aria e l’altra per ionizzare.

La prima ovviamente, come già specificato, serve per catturare le particelle più piccole e reimmettere aria pulita. Mentre lo ionizzatore agisce su polvere, peli, polline, fumo caricandole elettrostaticamente e quindi rendendo la loro cattura molto più agevole.

È presente anche un comodo timer, con cui impostare l’orario di accensione del macchinario, impostandolo ogni tre ore.

La ventola può essere regolata su diverse velocità, e tutti i comandi possono essere gestiti tramite il display a Led.
Il prezzo del DeLonghi si attesta sulla media di questi prodotti, risultando addirittura più basso rispetto a molti altri suoi concorrenti.

Questo è un prodotto piuttosto semplice ma allo stesso tempo particolarmente efficace, che permette di depurare l’aria in maniera ottimale. Facile da trasportare e utilizzare. Adatto quindi a chi cerca qualcosa di affidabile ad un prezzo ragionevole.

PRO CONTRO
Leggero I consumatori che hanno provato questo prodotto non hanno riscontrato aspetti negativi rilevanti, affermando invece che questo purificatore d’aria svolge egregiamente il suo compito
Compatto
Dotato di tre filtri
Filtro lavabile
Robusto
Rapporto qualità-prezzo ottimo

9. XIAOMI Mi Air Purifier 2H – Molto robusto

XIAOMI Mi Air Purifier 2H

Le dimensioni di questo sanificatore d’aria sono davvero molto compatte, il che si rivela un vantaggio se si ha la necessità di spostarlo da una stanza all’altra.

24 x 24 x 50cm sono le dimensioni, per un totale di 6,6kg. Non tanti se paragonato ad altri modelli ben più pesanti.

Il design è piuttosto sobrio, moderno e si adatta particolarmente bene ad ogni ambiente di casa, soprattutto quelle contemporanee. Ha una base quadrata con spigoli arrotondati, che ne conferisce una certa stabilità.

La potenza di questo purificatore permette di rendere l’aria pulita in ambienti con una superficie variabile tra i 18 e i 31 mq, liberando nell’aria fino a 260 mq di aria depurata.

Il filtro di cui si avvale questo depuratore è un HEPA a tre strati, la massima espressione dell’efficacia in questa tipologia. È composto infatti da strati di microfibra intervallati da fogli di alluminio, il cui compito è quello di attrarre e trattenere le particelle nocive provenienti da fumo, polvere, peli di animale, e tutto ciò che di nocivo e dannoso è presente nell’aria e nell’acqua.

Oltre a tutto ciò il filtro è in grado di trattenere anche le spore delle muffe, del polline e i microorganismi più piccoli di 0,3 micron.

Le funzionalità offerte dallo Xiami MI Air Purifier 2H sono molteplici, e cosa ancora più interessante e piacevole è che possono essere comandate tramite l’apposita app. Difatti il dispositivo è correlato da una connessione Wi-Fi a cui è possibile collegarsi con il proprio smartphone.

Attraverso di esso è quindi possibile monitorare sia la qualità dell’aria che le varie funzioni, scegliendo tra l’attivazione automatica, la modalità sonno, quella ad alta velocità e quella programmata.

Molto importante risulta essere la funzionalità sonno, che ne riduce di molto il rumore durante le ore notturne. Difatti questo modello ha una potenza tale da sviluppare un rumore che si aggira tra 33 e i 66 dB, risultando quindi particolarmente rumoroso. Con la funzionalità sonno il rumore si riduce drasticamente permettendo di utilizzare l’apparecchio senza creare troppi fastidi.

L’applicazione consente anche di controllare ulteriori parametri, come i giorni rimanenti di utilizzo del filtro, la temperatura dell’ambiente e il livello di umidità presente.

Il prezzo di questo prodotto è decisamente nella media, più o meno equivalente a quello di altri prodotti della stessa categoria. Inoltre le opinioni dei consumatori sono abbastanza positive, rivelando l’efficacia di questo strumento.

PRO CONTRO
Compatto e robusto Peso non indifferente
Dotato di app per il controllo da remoto Il filtro non può essere lavato e riutilizzato
Filtro HEPA a tre strati

10. AIIBOT Purificatore d’Aria Anione – Ideale per i possessori di animali

AIIBOT Purificatore d’Aria Anione

Il purificatore d’aria AIIBOT è stato appositamente pensato per chi possiede animali, è affetto da particolari allergie e che necessitano di tenere l’aria di casa il più pulita possibile. È ideale soprattutto per mantenere in salute i nenonati, i bambini, le persone allergiche e si adatta bene anche per purificare l’aria di piccoli uffici.

È un sanificatore d’aria dal design minimale, che ben si adatta a qualsiasi ambiente e il cui punto di forza è il suo quadruplo sistema di filtraggio.

Le sue caratteristiche lo rendono capace di catture batteri, allergeni, gas nocivi e odori indesiderati, oltre a particelle molto piccole dannose per la salute dell’uomo.

L’aspetto interessante di questo purificatore sono le sue 6 funzionalità, che lo rendono l’alleato migliore per combattere le impurità dell’aria di casa.

È possibile infatti impostare l’apparecchio con il timer, mettendolo in funzione all’orario che più ci interessa oppure secondo determinati intervalli di tempo. Molto utile è la modalità sleep, che riduce il rumore della ventola durante la notte, consentendo quindi un sonno piuttosto tranquillo.

Tramite l’apposito comando si può quindi impostare la velocità del purificatore, scegliendo tra i quattro diversi livelli. Vi è inoltre la spia che segnala quando è il momento di sostituire i filtri.

Per quanto riguarda i filtri, come accennato, questo purificatore lavora con quattro tipologie differenti. Vi è infatti il pre-filtro, in grado di catturare peli di animale, polvere e altre particelle piuttosto grandi. Ad esso è abbinato poi il filtro HEPA, ormai presente su tutti i purificatori d’aria, e che ha lo scopo di catturare invece i micro organismi e le particelle più piccole. La sua efficacia è stata testata più volte e confermata negli anni, rendendo qusto filtro il migliore in circolazione.

Infine vi è il filtro ai carboni attivi, che come detto più volte serve a catturare i cattivi odori e i gas nocivi, come la formaldeide.

Vi è poi lo ionizzatore, che carica di elettricità negativa le particelle presenti nell’aria, in modo che si posino più facilmente sulle superfici, rendendo quindi le operazioni di pulizia più semplici.

La manutenzione è alquanto semplice, e va eseguita ogni sei mesi sostituendo i filtri. Basterà smontare il pannello frontale dell’apparecchio per rimuovere i filtri usati e sostituirli con quelli nuovi.

La potenza sviluppata da questo depuratore gli permette di servire stanze di dimensioni modeste, restituendo 230 m³/h di aria pulita.

È un’apparecchio senza troppe pretese, che svolge il suo lavoro in maniera efficace. Utile soprattutto per chi soffre di allergie oppure per rinfrescare ambienti come stanze o uffici. Il prezzo non è eccessivo, ed è quindi piuttosto abbordabile da chiunque.

PRO CONTRO
Design semplice Non è particolarmente potente, e rispetto a molti altri modelli non offre molte opzioni di utilizzo
Quattro livelli di filtraggio Non è dotato di funzionalità smart
Sei funzionalità differenti
Quattro velocità di aspirazione
Rapporto qualità-prezzo ragionevole

11. ROWENTA PU4020F1 – Molto tecnologico

ROWENTA PU4020F1

Rowenta è da sempre il marchio di riferimento per eccellenza e qualità. I prodotti venduti da quest’azienda sono davvero di ottima fattura e regalano prestazioni ben al di sopra delle aspettative.

Non poteva essere da meno questo purificatore d’aria, che rappresenta un’innovazione e un passo avanti nella lotto contro le impurità dell’aria.

Rientra nella categoria dei prodotti smart, in quanto può funzionare anche da remoto, ed essere controllato tramite l’apposita app, scaricabile dallo store di Rowenta.

È dotato infatti di molte funzioni, tra le quali possiamo annoverare quella per il controllo della qualità dell’aria. Attraverso l’apposito sensore infatti è possibile monitorare la quantità di agenti nocivi presenti nell’aria, e con la funzionalità automatica si imposta da solo per utilizzare il sistema di filtraggio migliore in base alla situazione.

Il design è piuttosto elegante, con linee arrotondate. Nella parte superiore vi è il display di comando e accanto ad esso il bocchetto da cui fuoriesce l’aria depurata. Vi è inoltre una luce a led che cambia colore in base al livello di impurità dell’aria.

Vi è anche un comodo telecomando per poterlo azionare, ma la maggior parte delle funzioni è controllabile attraverso l’app.

Il Rowenta Pure Air è stato progettato con la tecnologia Extreme Silence, e dotato di ben quattro filtri differenti per combattere polvere, allergeni, peli di animale, cattivi odori e gas nocivi.

Il filtro Allergy+ in combinazione al NanoCapture rendono questo apparecchio lo strumento più efficace per eliminare fino al 100% dell’inquinamento che si forma nelle stanze della propria abitazione.

Per la cattura dei vari organismi e micro organismi sono presenti un pre-filtro, per gli elementi più grandi presenti nell’aria, a cui è abbinato il filtro HEPA con la sua barriera anti-particolato pm 2,5 (che indica la grandezza degli organismi nocivi), in grado di catturare le particelle più piccole.

Come di consueto vi è poi il filtro ai carboni attivi, la cui efficacia si rivela soprattutto nell’eliminazione della formaldeide, una sostanza nociva che spesso si forma in casa, dovuta alle vernici dei mobili.

La manutenzione di questo purificatore non è neanche troppo onerosa, in quanto i filtri dedicati costano meno rispetto a modelli analoghi.

La potenza di questo dispositivo permette di arieggiare tranquillamente una stanza di ben 75 mq, senza grosse difficoltà. Vi è però una notevole rumorosità della ventola quando viene azionata alla massima potenza, che però si riduce drasticamente in modalità silenziosa, portando il livello di udibilità a 22 dB.

Per quanto riguarda le prestazioni, i consumatori che hanno provato questo Rowenta si sono sentiti molto soddisfatti, rilevando una qualità dell’aria migliore già dopo poche ore di utilizzo dell’apparecchio.

Il costo poi non è così esorbitante, per un prodotto che offre prestazioni così elevate. Insomma un buon compromesso tra qualità e prezzo.

PRO CONTRO
Dotato di luce per segnalare il livello di qualità dell’aria Alcune difficoltà iniziali nella connessione con l’app dedicata
Display frontale facile da usare
Applicazione per smartphone per il controllo in remoto
Connessione Wi-Fi
Filtro Allergy+ per combattere qualsiasi tipo di sostanza nociva
Tecnologia NanoCapture per eliminare i cattivi odori e le sostanze nocive volatili
Ottimo rapporto qualità-prezzo

12. TEQOYA TeqAir450 – Ionizzazione compresa

TEQOYA TeqAir450

Questo sanificatore d’aria, made in France, si presenta piuttosto compatto e con un design che si discosta totalmente dal resto di tutti gli altri modelli presentati fin’ora.

A vederlo a prima vista sembra quasi di trovarsi di fronte a delle casse per stereo. Il disegno è piuttosto innovativo e il corpo principale poggia su un’elegante base in legno.

Il purificatore TeqAir è uno ionizzatore, e non presenta altri filtri per la depurazione dell’aria. Questo lo rende particolarmente adatto per rispettare l’ambiente, in quanto si basa su una tecnologia estremamente naturale.

Alla base si questo si può dire che la manutenzione è ridotta ai minimi termini, e anche i costi quindi sono pressoché azzerati.

È in grado, tramite il processo di ionizzazione, di eliminare polvere, batteri, acari, pollini, e cattura i cattivi odori, oltre alle sostanze organiche volatili nocive per la salute dell’uomo.

Una caratteristica davvero degna di nota è il loro basso consumo, difatti emettono solamente 2 Watt, ma tali da permettere di arieggiare una stanza di ben 50 mq.

Anche i consumi elettrici risultano piuttosto bassi, e per poterlo usare basta collegarlo alla presa di corrente.

Nota davvero molto positiva è la silenziosità di questo prodotto, anche a pochi centrimetri si sente un rumore appena percettibile. Non sono presenti comandi aggiuntivi o particolari opzioni, come ad esempio la velocità di aspirazione o il controllo automatico dell’aria.

Questo fa storcere un po’ il naso in quanto il prezzo non lo rende uno dei più economici in commercio. Sta di fatto però che essendo la sua efficacia garantita e testata, di fatto rimane uno dei prodotti migliori presenti sul mercato.

È un prodotto ideale per chi cerca qualcosa di piccolo e adatto a stare ovunque, ma che offra allo stesso tempo delle prestazioni degne di un purificatore di fascia alta, e che serva stanze di dimensioni discrete.

PRO CONTRO
Design innovativo Assenza di altri filtri
Compatto e leggero Assenza di comandi e funzionalità aggiuntive
Funziona con la tecnologia di ionizzazione Non lo si può collegare al wi-fi
Manutenzione facile Prezzo un po’ eccessivo per le funzioni che offre
Consumi ridotti

13. HONEYWELL HPA710WE4 – Ideale per chi soffre di allergie

HONEYWELL HPA710WE4

Honeywell è una delle marche che offre i migliori purificatori d’aria per chi soffre di allergie, ed è uno dei prodotti più venduti al momento. È in grado di eliminare polvere ed allergeni presenti in casa in modo eccezionale, catturando anche i cattivi odori e le sostanze nocive presenti nella’aria a causa di gas, fumi da cucina, fumo di sigaretta e molto altro ancora.

Il design è semplice e minimale, e ben si adatta a qualsiasi ambiente di casa. Anche i materiali con cui è costruito risultano di buona fattura. Per svolgere al meglio il ruolo per cui è stato progettato, sono presenti tre livelli di filtro.

Si ha infatti un pre-filtro, che serve come spiegato per catturare le particelle più grandi, i peli degli animali ed altri elementi nocivi di dimensioni più grandi. Collegato a questo vi è poi il filtro True-HEPA, un filtro Hepa dalle caratteristiche migliorate che è in grado di catturare particelle molto piccole, micro organismi delle dimensioni di 0,3 micron, aumentandone quindi l’efficacia.

Infine c’è il filtro ai carbone granulare, che serve per catturare cattivi odori, gas nocivi, come ad esempio la formaldeide, e altri composti organici.

Nonostante l’efficienza in termini di prestazioni, c’è da dire però che la manutenzine è piuttosto costosa, soprattutto per quanto riguarda l’acquisto dei filtri, che si rivelano essere più cari di tutto l’apparecchio.

Per quanto rigurarda le funzioni c’è da dire che questo sanificatore d’aria presenta alcune caratteristiche interessanti. Innanzitutto il sensore per rivelare la qualità dell’aria, che cambia di colore in base alle condizioni dell’ambiente, eppoi i cinque diversi livelli di purificazione dell’aria.

Si può impostare infatti la macchina sulla modalità silenziosa, per mantenerla attiva anche durante la notte, riducendo il rumore senza alterare la qualità del sonno. Ci sono poi la funzioni germi, generale e allergeni per chi soffre di particolari allergie a polveri, pollini e altri elementi organici nell’aria.

Infine la funzione Turbo, che sfrutta al massimo la potenza del sanificatore d’aria per aspirare l’aria dagli ambienti con una superficie piuttosto grande.

A tal proposito bisogna specificare che la potenza sviluppata da questo purificatore non è molta, si hanno infatti 33 Watt che permettono di emanare 187 m³/h di aria pulita. Questo significa che svolge bene il suo lavoro in ambienti non particolarmente grandi, una stanza da letto o il soggiorno di casa sono i luoghi ottimali per il suo utilizzo.

Insomma un purificatore senza grosse pretese che però svolge bene il suo lavoro. Inoltre il prezzo a cui viene venduto è proporzionato alla qualità del prodotto, e considerando che in questo periodo viene venduto anche in offerta, potrebbe rivelarsi un buon investimento per cominciare a ripulire la propria casa dalle impurità.

PRO CONTRO
Robusto ma leggero Non particolarmente potente e inadatto a servire luoghi con grandi superfici
Dotato di tre filtri Il costo della manutenzione è maggiore rispetto al valore stesso del macchinario
Sensore di qualità dell’aria
Cinque funzionalità: silenzioso, germi, generale e allergeni, Turbo
È possibile impostarlo su 4 livelli di velocità
Display a led per i comandi principali

14. PARTU BS-08 – Facilmente trasportabile

PARTU BS-08

Partu è un’azienda cinese famosa in tutto il mondo per la qualità dei suoi prodotti per la casa. L’innovazione che quest’azienda m ette nei supo prodotti elettronici è ormai rinomata, e tra le tante proposte ci sono anche i purificatori d’aria.

Il modello BS-08 si fa notare per il suo design insolito, e per alcune caratteristiche tecniche che non passano certo inosservate.

Il disegno di questo depuratore d’aria è quello di un fagiolo, le cui dimensioni di 43.1 x 24.3 x 24.3 cm, lo rendono compatto e facilmente trasportabile. Infatti risulta abbastanza leggero, non più di 3 kg, facile da spostare da una stanza all’altra.

Sulla sommità è posizionato un pannello con il display con comandi touch screen, leggermente inclinato per consentire di essere utilizzato anche da seduti, che ne fanno un dispositivo dal design moderno che ben si adatta alle case contemporanee.

I comandi risultano molto sensibili al tocco, ed è possibile accendere e spegnere il dispositivo con estrema facilità. Sono presenti diversi pulsanti per il controllo che oltre a consentire l’accenzione del dispositivo permettono anche di regolare la velocità della ventola, aspirare i cattivi odori attraverso la funzione Anion, e di avvertire quando è il momento di sostituire il filtro.

Il materiale con cui è costruito è la plastica piuttosto dura, con i bocchettoni per l’aria in basso per aspirarla all’interno, e in alto, proprio sotto il pannello di controllo, per reimmettere quella pulita nell’ambiente.

Una nota particolarmente positiva che si deve fare riguardo questo apparecchio è la sua silenziosità. Rispetto agli altri apparecchi infatti ne risulta soltanto un leggero ronzio quando viene utilizzato in modalità notte, con un suono appena percettibile di 25 dB, che a differenza di molti altri consente anche un riposo più tranquillo.

Inoltre è dotato di luci a led che cambiano di colore, ben 7 diffrenti che si alternano per donare maggior comfort e relax.

Per quanto riguarda le prestazioni c’è da dire che anche se compatto e piccolo, questo purificatore d’aria è in grado di aspirare peli di animale, polvere, polline, e tutti gli organismi nocivi grazie al suo efficace sistema di filtraggio.

È dotato infatti di tre filtri prncipali costituiti da un pre-filtro per l’assorbimento delle particelle più grandi e di un filtro HEPA, molto efficace e in grado anche di assorbire i cattivi odori e le particelle più piccole. Vi è poi il filtro ai carboni attivi per attrarre ed eliminare i cattivi odori e gli organismi nocivi presenti nell’aria.

Il dispositivo funziona bene in stanze molto piccole, infatti è stato progettato per aspirare l’aria di ambienti non più grandi di 12 mq. C’è però da fare una piccola nota, in quanto il produttore garantisce che questo dispositivo non emette ozono nell’aria, anche se con la funzione Anion è possibile attivare lo ionizzatore, che di default risulta essere spento, e sappiamo tutti che questa tecnologia a lungo andare risulta dannosa per la salute umana.

Ma per fortuna è possibile lasciarla disattivata e azionarla solo se necessario. Tutto sommato questo piccolo apparecchio risulta piuttosto efficace, purché venga utilizzato in ambienti ristretti, ed è utile per coloro che vogliono arieggiare solo particolari ambienti, magari l’ufficio o lo studio in cui passano la maggior parte del tempo, o se vogliono dormire più tranquilli respirando aria pulita.

Il costo non è eccessivo, per un prodotto che offre così tanto.

PRO CONTRO
Compatto e maneggevole Il produttore garantisce che il prodotto è econologico al 100%, ma attivando la funzione Anion si avvia lo ionizzatore, che a lungo andare si rivela essere più nocivo che benefico
Design molto innovativo
Pannello di controllo con schermo touch screen
Molto silenzioso
Efficace al 99,97% contro polvere, allergeni e micro organismi
Rapporto qualità-prezzo ottimo

Chi ha inventato i sanificatori d’aria

Per capire esattamente come e quando sono nati i purificatori d’aria è bene fare qualche passo indietro, e vedere come sono nati questi dispositivi che oggi compiono un lavoro straordinario.

La storia dei depuratori d’aria ebbe inizio nel 1930, quando venne presentato il brevetto per un dispositivo composto da un casco di rame collegato ad un tubo, ad opera di Charles Anthony Deane. Tale casco era collegato attraverso un collare flessibile ad una tuta di tessuto, e un tubo di cuoio, posto sul retro, serviva per erogata l’aria all’interno grazie ad una doppio soffietto. Questo fu poi largamente utilizzato dai palombari, i primi ad usufruire di un sistema di ventilazione dell’aria per la respirazione.

Nel 1860 John Stenhouse depositò due brevetti per delle nuove tipologie di filtri. QUesti sfruttavano le proprietà assorbenti del carbone per purificare l’aria, in grado di intrattenere molti micro-organismi dannosi per la salute delle persone. Venne così creato il primo respiratore della storia, costituito da una mascherina con filtro per la respirazione.

Qualche anno più tardi venne creato un cappuccio che filtrava il fumo e i gas nocivi, appositamente pensato per rendere più sicuro per il lavoro dei vigili del fuoco. In questa maniera venivano protetti maggiormente dalle intossicazioni, svolgendo il loro compito con maggior sicurezza.

Fu durante gli anni ’40, in piena Seconda Guerra Mondiale, che gli americani inventarono il primo filtro HEPA, che aveva la funzione di controllare e bloccare le particelle radioattive durante la progettazione della bomba atomica. Questo filtro fu creato in occasione del progetto Manhattan, nome in codice utilizzato dagli scienziati che inventarono la bomba atomica.

Negli anni ’50 il filtro HEPA venne commercializzato e reso disponibile anche ad uso civile, dando così l’avvio allo sviluppo dei depuratori d’aria ad uso domestico.

Ad oggi il filtro HEPA è stato largamente migliorato, aumentandone l’efficacia, ed affiancato ad altre tipologie di filtro, come quello ai carboni attivi.

A cosa servono i purificatori d’aria

Ogni mattina siamo soliti aprire le finestre di casa per far cambiare l’aria, eliminando cattivi odori e anche le sostanze nocive che si formano durante il giorno. In parole povere un sanificatore d’aria è un dispositivo che simula, in maniera più o meno efficiente. Quello che generalmente viene effettuato aprendo la finestra di casa propria alla mattina.

Questo semplice gesto consente non solo di smaltire i residuidi CO2 che si formano durante la notte, ma anche di liberare l’ambiente da batteri, particelle di polvere, composti organici volatili, i gas prodotti dai fumi di cottura e molto altro ancora.

Attraverso un sistema di filtraggio, l’aria presente nell’ambiente viene aspirata, e i filtri all’interno trattengono le sostanze nocive, reimmettendo quindi nell’ambiente aria pulita e fresca, molto più leggera e piacevole.

Tutto ciò si rivela efficace soprattutto per soggetti che manifestano particolari sintomi allergici, mentre non è stata dimostrata l’efficacia per quanto riguarda il miglioramento della salute, perlomeno non più di quanto possa avvenire aprendo semplicemente le finestre.

Come funzionano i sanificatori d’aria

I purificatori d’aria sono generalmente costituiti da uno o più filtri, che hanno il compito di trattenere le sostanze nocive presenti nell’aria. Ognuno è pensato per intrappolare diverse tipologie di organismi.

All’interno vi è poi un sistema di ventilazione che ha il compito di aspirare l’aria, farla passare attraverso i filtri, depurarla e quindi reimmetterla nell’ambiente pulita, attraverso dei bocchettoni.

Tutto ciò si traduce in benefici sulla salute in quanto polvere, acari, polline, peli di animale e molti altri microrganismi, non solo sono fastidiosi ma spesso e volentieri rappresentano un pericolo per la salute umana.

I sanificatori d’aria sono in genere dotati di un filtro HEPA (High Efficiency Particles Air), filtri progettati per catturare orgamismi di dimensioni davvero piccole nell’ordine di micron, quindi adatti a trattenere i tipi di organismi sopra citati.

Esistono poi altri filtri in grado di intrappolare fumi, gas nocivi e altre sostanze immesse nell’aria come i composti organici nocivi, quali possono essere la formaldeide. Questi composti organici vengono solitamente generati da prodotti chimici, come le vernici dei mobili, i rivestimenti dei pavimenti in legno e molto altro ancora.

Ad assolvere il compito di trattenere queste sostanze c’è il filtro ai carboni attivi, che già in passato ha dimostrato di essere un valido aiuto per l’eliminazione dei fumi tossici, quali possono essere quello delle sigarette e anche quelli prodotti durante la cottura dei cibi.

Vi è poi un ulteriore elemento che contribuisce a trattenere le particelle presenti nell’aria, ed è lo ionizzatore. Questo ha lo scopo di caricare le particelle di elettricità statica in modo che queste si attacchino alle superfici con cui vengono a contatto, e quindi eliminandole dalla circolazione.

Questo sistema però risulta particolarmente dannoso per la salute delle persone, in quanto il processo tende a generare ozono, un gas che è particolarmente nocivo per l’uomo se presente in grosse quantità.

Risulta quindi evidente che l’utilizzo di apparecchi che sfruttano questa tecnologia all’interno di ambienti chiusi non rappresenta la soluzione ottimale.

Alla luce di tutto questo, e visto il periodo piuttosto delicato nel quale ci siamo trovati, bisogna fare una precisazione sull’efficacia dei purificatori d’aria per quanto riguarda la battaglia contro il tipo coronavirus.

La loro efficacia per l’eliminazione di questo virus è pressoché nulla, in quanto il loro scopo è quello di assorbire particelle presenti nell’aria, ed è ormai risaputo che invece il coronavirus non si trasmette per via aerea, ma tramite il contatto con le mucose che contengono particelle di virus all’interno di piccole goccioline.

Queste goccioline una volta espulse tramite tosse o starnuti cadono a terra, in un raggio compreso tra uno o due metri, per questo è altamente raccomandato mantenere pulito l’ambiente e le superfici circostanti.

Chiarito questo per quanto riguarda l’eliminazione dei virus, un depuratore d’aria risulta efficace solamente se questi sono sospesi nell’aria.

Quali tipologie esistono sul mercato

Capito come funziona un purificicatore d’aria bisogna anche conoscere le tipologie che il mercato attuale mette a disposizione. Esistono infatti modelli differenti che funzionano con sistemi altrettanto differenti per migliorare le condizioni dell’aria in ogni ambiente della casa. I sanificatori d’aria si avvalgono sostanzialmente di quattro tecnologie differenti per migliorare le condizioni dell’aria della propria abitazione: il filtro HEPA, lo Ionizzatore, Il filtro al Carbone Attivo e i raggi UV.

Purificatori con filtro HEPA – è un sistema semplice ma estremamente efficace, difatti è anche quello preferito dai consumatori. I dispositivi che fanno uso di questa tecnologia si avvalgono di veri e propri filtri, che intrappolano le microparticelle delle sostanze nocive presenti nell’aria. Si rivelano particolarmente utili in casi in cui si soffra di asma o allergie a polline e polvere.

Purtificatore d’aria con ionizzatore – questi dispositivi sono tra i più comuni insieme a quelli con filtro HEPA. Il loro funzionamento consiste nella generazione di ioni il cui scopo è quello di attaccare letteralmente le particelle nocive, rendendole più pesanti ed incapaci di fluttuare nell’aria. All’azione degli ioni viene poi associato un dispositivo con carica elettrostatica che ha lo scopo di attirare e catturare queste particelle.

Questo tipo di purificatorisi rivela più efficace rispetto al precedente in quanto in grado di catturare più tipologie di particelle nocive, ed con dimensioni anche più piccole.

Il filtro ai Carboni attivi – questo è stato pensato appositamente per catturare i cattivi odori. È un filtro in grado di catturare gli inquinanti che si generano in casa, spesso dovuti ai fumi da cucina o altre sostanze che generano cattivi odori, come potrebbero essere le sigarette. L’aria che ne viene reimmassa è quindi pulita e fresca.

I purificatori ai raggi UV – questa tecnologia è pensata appositamente per eliminare in maniera definitiva batteri e virus, attaccandone la struttura molecolare e disintegrandola. Quello che se ne ha è quindi un ambiente completamente pulito, sterilizzato e fresco.

Molte delle tecnologie esposte vengono impiegate in combinazione, per rendere i purificatori ancora più efficaci, ed incotrare anche le esigenze più disparate, abbattendo i costi e rendendo questi strumenti ancora più versatili.

Oltre ai classici purificatori d’aria per casa. esistono altre tipologie di modelli adatti per altre esigenze. Questi possono essere suddivisi in: Purificatori d’aria professionali, Purificatori d’aria ad acqua e Purificatori d’aria contro le allergie.

Purificatori d’aria Professionali

Sono modelli che corrispondono a determinate caratteristiche di comfort e benessere. Sono progettati solitamente per servire ambienti di grosse dimensioni, come uffici, magazzini, ecc, ma sono altrettanto validi all’interno delle abitazioni.

Sono allo stesso tempo potenti e silenziosi, garantendo in questo modo non solo un’efficienza maggiore ma anche un buon relax, soprattutto durante le ore notturne.

Hanno il vantaggio di essere portatili ma possono funzionare anche a distanza, grazie alle apposite app che si possono installare sul proprio smartsphone. In più sono corredati da un display a LED attraverso il quale si possono impostare i diversi programmi e le funzioni disponibili.

Purificatori d’aria ad Acqua

Il loro funzionamento, proprio come dice il nome è ad acqua. Attraversoun sistema particolare che funziona ad acqua sono in grado di migliorare l’aria all’interno di un ambiente. L’aria viene aspirata e filtrata, mantenendo quindi le particelle inquinanti, e ne viene restituira altra purificata, grazie anche all’azione dell’acqua in essi presente.

Sono estremamente utili per chi ama cucinare, ma deve fare i conti anche con i cattivi odori, soprattutto d’inverno quando fa freddo e si è costretti a tenere le finestre chiuse.

Un dispositivo con questa tecnologia permette di avere un ambiente scevro da qualsiasi odore sgradevole, senza essere costretti ad aprire le finestre, soprattutto durante il periodo invernale.

L’unico inconveniente è quello della manutenzione, che va eseguita ogni tre o sei mesi e i cui costi possono risultare piuttosto onerosi.

Purificatori d’aria per le allergie

Per chi soffre di particolari allergie, alla polvere, al polline o ai peli d’animale, esistono particolari tipi di purificatori d’aria appositamente concepiti per risolvere queste problematiche, o perlomeno avere un’efficacia ottimale. I filtri di cui sono dotati servono ad attrarre queste particelle, rendendo in poco tempo l’aria più respirabile, e libera dagli allergeni.

Per garantire il loro funzionamento è necessario mantenerli sempre puliti, sostituendo il filtro periodicamente.

Guida all’acquisto dei purificatori d’aria

Alla luce di quanto esposto fin’ora, risulta chiaro che la scelta di un sanificatore d’aria deve essere eseguita con estrema attenzione, i modelli in circolazione sono tanti, ma non tutti assolvono alle nostre esigenze. Soprattutto le caratteristiche tecniche e la loro efficacia cambia in base al modello, alle dimensioni, e alla potenza di aspirazione.

Ecco perché bisogna prestare la massima attenzione ad alcuni elementi essenziali, che rendono un modello di depuratore d’aria migliore rispetto ad un altro. Di seguito elenchiamo quali sono gli aspetti più importanti, tra cui troviamo:

La Potenza – questo è il primo aspetto che dovremo tenere presente, in quanto la potenza erogata da un purificatore d’aria lo renderà più o meno efficace nel servire ambienti di diverse dimensioni. I purificatori domestici sono in grado di purificare l’aria di ambienti non più grandi di 20 mq, mentre ne esistono di più professionali e potenti in grado di funzionare egregiamente anche in luoghi la cui superficie supera i 90 mq.

La scelta della potenza deve essere quindi proporzionale alla dimensione dell’ambiente in cui andrà posizionato il dispositivo.
È ovvio che è inutile orientarsi verso modelli troppo potenti se si vuole arieggiare una stanza dalle dimensioni ridotte, questo influirebbe anche sui consumi.

Il Consumo – questo è invece un aspetto legato alla potenza, maggiore sarà la potenza e maggiori saranno anche i consumi. Molte volte questo dipende anche dal filtro utilizzato, ad esempio quello Hepa utilizza pochi Watt, mentre quelli a ionizzazione, o con il filtro UV ne utilizzerà molti di più.
Per questo il filtro HEPA è anche considerato il miglior filtro in circolazione.

Il Dimensionamento – come detto all’inizio un purificatore d’aria deve essere proporzionato al volume della stanza che deve servire, e deve poter riuscire ad arieggiare almeno il triplo o il quadruplo della stanza in cui si trova, in un periodo di tempo massimo di un’ora. Se questo non avviene, allora il modello scelto non è quello più adatto, e non è proporzionato alla stanza in cui si trova.

La Rumorosità – ogni purificatore d’aria funziona tramite una valvola o una turbina, queste emettono generalmente un rumore che può rivelarsi fastidioso se supera una certa soglia. La rumorosità di un purificatore si misura in dB.
Generalmente una rumorosità nella norma si aggira intorno ai 50 dB, che si rivela in ogni caso molto fastidiosa, soprattutto se il dispositivo viene utilizzato all’interno di una stanza.

Valori ottimali di rumorosità si hanno entro una soglia di 20 dB, che risultano piuttosto silenzioni e che nella maggior parte dei casi è possibile trovare nei dispositivi di fascia alta. In rare occasioni vi sono modelli più economici ben fabbricati, che dispongono di una modalità silenziosa efficace e che riducono di molto il rumore della ventola.

La Manutenzione – è un aspetto fondamentale per il buon funzionamento del dispositivo. Per poter funzionare alla perfezione un purificatore d’aria necessita di una man utenzione periodica, che in genere viene effettuata con una pulizia profonda dai residui accumulati nel tempo, o dalla sostituzione periodica dei filtri.

Generalmente questa viene fatta ogni tre o sei mesi, in base anche all’uso che se ne fa del purificatore. Per sapere come effettuare la pulzia basta quindi leggere il manuale d’istruzione, che fornisce tutte le informazioni al riguardo. In ogni caso, molti dispositivi sono equipaggiati con una luce che avverte quando è il momento di sostituire il filtro.

Altre funzioni – esistono modelli di sanificatori d’aria che posseggono alcune funzioni aggiuntive molto utili. Ad esempio alcuni modelli da tavolo hanno incorporata anche una lampada, utile nelle ore notturne, altri invece oltre a purificare l’aria, immettono nell’ambiente anche sostanze profumate.

Ne esistono poi alcuni che sono predisposti per immettere un quantitativo sufficiente di umidità all’interno degli ambienti. Difatti ogni ambiente deve avere una percentuale di umidità che si aggira intorno al 30% – 70%, percentuali che garantiscono che l’aria non sia ne troppo secca ne troppo umida. In questa maniera si garantisce una buona respirazione, e anche che non si formino muffe e batteri a causa di un’elevata umidità.

Il Prezzo – infine, ma non meno importante il prezzo. Questo dipende essenzialmente dal tipo di filtro utilizzato. Il filtro HEPA, che ha ottimi rendimenti, è anche quello più costoso, in quanto necessita di una sostituzione periodica e il suo prezzo oscilla tra i 10 e i 100 euro.

Altro aspetto che fa aumentare i costi è il consumo energetico. In fase di acquisto quindi è meglio optare per modelli di fascia alta, che sono anche predisposti per diminuire i consumi, ed offrono prestazioni e funzioni migliori rispetto a quelli più economici.